Gli organi collegiali della scuola sono organismi di governo e di gestione delle attività scolastiche a livello territoriale e di singolo istituto istituiti dal DPR n° 416 del 31 maggio 1974.Fanno parte degli organi collegiali tutte le componenti che ruotano nella scuola: Docenti, Personale A.T.A., Personale Ausiliario, Genitori e il Dirigente Scolastico. Sono strumenti di partecipazione democratica, nati con lo scopo di promuovere la partecipazione dell'utenza nella gestione della scuola, per caratterizzarla come una comunità che interagisce con la più vasta comunità civile.

La scuola italiana si avvale di organi di gestione, rappresentativi delle diverse componenti scolastiche, interne ed esterne alla scuola, come, ad esempio, studenti e genitori. Questi organismi a carattere collegiale sono previsti a vari livelli della scuola (classe, istituto) e del territorio (distretto, provincia e nazionale). I componenti degli organi collegiali vengono eletti dai componenti della categoria di appartenenza; i genitori che fanno parte di organismi collegiali sono, pertanto, eletti da altri genitori.

La funzione degli organi collegiali è diversa a seconda dei livelli di collocazione:

¨ è consultiva e propositiva a livello di base (consigli di classe e interclasse),

¨ è deliberativa ai livelli superiori (consigli di circolo/istituto, consigli provinciali).

Il regime di autonomia scolastica accentua la funzione degli organi collegiali che dovranno, conseguentemente, essere riformati per corrispondere alle nuove esigenze della scuola autonoma. La riforma degli organi collegiali per il governo della scuola è affidata all’approvazione di appositi disegni di legge presentati in Parlamento.

Nel nostro Istituto sono attivi:

  •   i Consigli di Intersezione
  •   i Consigli di Interclasse
  •   i Consigli di Classe
  •   il Collegio Docenti
  •   il Consiglio d’Istituto
  •   la Giunta Esecutiva.

Maggiori informazioni sui singoli organi collegiali si trovano nelle pagine a loro dedicate.

Inizio pagina